Vous êtes ici : Accueil / Civilisation / Discorso preliminare

Discorso preliminare

Par
Publié par Damien Prévost le 01/10/2010
Discours préliminaire à la journée d'étude "Les mémoires des enfants, héritages et narrations des années 1968. Une étude comparée Italie - France - Allemagne".
memorie figli bandeau.jpg

Donatella Fattori, Commissario amministrativo presso il Consolato Generale d'Italia di Lione

Quando ho saputo di questa giornata di studi, il pensiero è andato ad alcuni anni fa e ad un amico spagnolo, professore alla Complutense a Madrid: diverse volte, parlando di alcuni eventi di storia contemporanea europea, per semplice diletto, giorni prima della fine del ventennio (quello spagnolo), lui figlio di quegli anni, mi disse:

Sono lento a seguire i collegamenti del tuo discorso: la mia formazione è frammentaria perché gli studi che ho fatto purtroppo lo erano e solamente ora che appare quasi una fine effettiva di un epoca mi rendo conto, ci rendiamo conto di quello che ci è mancato.

 

Evidentemente il mio amico si riferiva ad altro, ma il tema centrale è lo stesso: conoscere per capire, comprendere.

Perché la conoscenza è basilare per capire o almeno tentare di farlo; probabilmente analiticamente catartica per i soggetti direttamente interessati. Per i lettori, coloro che hanno vissuto quegli anni, forse la consapevolezza che i valori veri sono una parte integrante della nostra società, coloro più giovani che solo oggi conoscono questo periodo della storia europea, una narrazione documentata che può contribuire alla riflessione sul chi siamo oggi. Penso anche alle parole di Roberto Saviano nella recensione al libro della Tobagi quando dice
L'onestà di Benedetta non sta nel cercare una distanza oggettiva che non esiste se non in matematica, e qui si parla di uomini e non di algoritmi. Ma riesce a cogliere tutte le possibili sfumature, i dati, le problematiche.
Così come Mario Calabresi Spingendo la notte più in là non appare parlare di vendetta, ma di far luce sulla verità, qualunque essa sia. La conoscenza non è un impresa facile. Ha richiesto del tempo, la seconda generazione che diventa parte attiva della popolazione perché si raccontino quegli anni. E non è facile l'elaborazione dei dati di cui si viene a conoscenza. Per nessuno. Ma costituiscono certamente un consistente elemento della base sulla quale costruire una organizzazione migliore.

 

 

La relatrice

Maurizia Morini
Pour citer cette ressource :

, "Discorso preliminare", La Clé des Langues [en ligne], Lyon, ENS de LYON/DGESCO (ISSN 2107-7029), octobre 2010. Consulté le 20/10/2018. URL: http://cle.ens-lyon.fr/italien/civilisation/discorso-preliminare