Vous êtes ici : Accueil / Recherche multi-critères

Recherche multi-critères

Liste des résultats

Il y a 4 éléments qui correspondent à vos termes de recherche.
“Il ponte fra quelle idee giovani e la saggezza della vecchia sinistra”. Le projet politique et journalistique du Manifesto durant les années 1970 par Noemi Magerand, publié le 23/01/2024
L’intervention présente le parcours politique du mouvement et journal il manifesto, fondé en 1969 en Italie par un groupe de militants communistes radiés du PCI. Les fondateurs souhaitaient alors se positionner entre d’une part la longue et riche tradition dont ils sont issus, celle du Parti communiste italien, et d’autre part les nouveautés qui ont émergé avec les luttes étudiantes de 1968 et les luttes ouvrières de 1969 (dit "autunno caldo"). Comment il Manifesto essaye-t-il d’incarner, d’un point de vue théorique et pratique, un pont entre ces deux cultures politiques tout au long des années 1970 ? Cette intervention est le résultat du travail mené dans le cadre d'un doctorat de recherche. Elle a été présentée le 20 décembre 2023 dans le cadre du Séminaire d'Etudes Italiennes (ENS de Lyon-Lyon 3).
son.png conference.png
Il degrado par Luca Rastello, publié le 17/12/2010
Luca Rastello ci scrive dal Caucaso : anche fuori dal mondo, anche fuori dai media, anche fuori dalla società, rimane ostaggio delle ossessioni della stampa che non fa altro che celebrare se stessa nel migliore dei casi. Non c'è via di uscita. Non si può scampare al "lavoro-ombra" di cui parla Ivan Illich, questa "forma di lavoro mentale forzato" che non produce altro che "il desiderio di vivere nel meccanismo dominante". Rastello ha il coraggio dell'onestà, l'onestà della consapevolezza, la consapevolezza di sapere che la libertà d'opinione è, a volte, un miraggio...
article.png
Dalla radio libera al blog. Itinerario di un giornalista televisivo italiano par Michele Cucuzza, publié le 06/07/2009
Faccio il mestiere di giornalista da oltre 30 anni, continuando a cercare - possibilmente - di imparare, di aggiornarmi, di frequentare più mezzi di comunicazione (non uno solo) e di non abbandonarmi alla mentalità impiegatizia, sempre in agguato quando si acquisisce padronanza e "ruolo sociale'" Ho cominciato scrivendo, poi sono passato alla radio, quindi al telegiornale del servizio pubblico (sia realizzando servizi e collegamenti sia conducendo le news dallo studio), per arrivare quindi a trasmissioni quotidiane di infotainment. Da qualche anno, sono tornato a scrivere libri di carattere giornalistico e, ultimamente, ho aperto un blog nel mio sito web.
article.png
Entretien avec Luca Rastello par Luca Rastello, Maurizia Morini , publié le 21/04/2009
Luca Rastello è giornalista de "La Repubblica" e direttore responsabile di osservatoriobalcani.org. Specializzato in economia criminale e relazioni internazionali, è stato direttore di "Narcomafie" e de "L'Indice". Ha lavorato come inviato in Asia centrale, Caucaso, Corno d' Africa, Centro e Sudamerica. Ha scritto "La guerra in casa" (Einaudi, Torino 1998), "Piove all'insù" (Bollati Boringhieri, Torino 2006) e, recentemente, "Io sono il mercato" (Chiarelettere, Milano 2009).
article.png