Vous êtes ici : Accueil / Revue de presse / 9 dicembre 2019 - Firenze, terremoto nel Mugello

9 dicembre 2019 - Firenze, terremoto nel Mugello

Publié par Alison Carton-Vincent le 09/12/2019

Terremoto nel Mugello: sisma di magnitudo 4,5, gente in strada ed edifici lesionati

L'epicentro localizzato a una profondità di 9 chilometri. Oggi scuole chiuse in diversi Comuni. Interrotta per alcune ore la circolazione dei treni. Chiuso per inagibilità il municipio di Barberino: 70 persone fuori casa

(Laura Montanari, Carmerla Adinolfi, La Repubblica, 09/12/19)

FIRENZE - Sono le 4,37 della notte in Mugello quando la terra trema più forte. È l'ennesima scossa in poche ore: 36 in tutto quelle registate dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Paura, gente in strada, edifici lesionati, altri inagibili, in diversi comuni del Mugello, dove nella notte è stata avvertita una scossa di magnitudo 4.5 con epicentro a Scarperia San Piero, a una profondità di 9 chilometri. Il terremoto è stato nettamente avvertito anche a Firenze città, a Pistoia e a Prato.

Continua a leggere

 

Firenze, terremoto nel Mugello: 70 scosse, chiuse le scuole. Caos sui treni, ritardi sull’Alta Velocità

La più forte, di magnitudo 4,5, è stata registrata a Scarperia e San Piero. Lesionati alcuni edifici, chiuse le scuole. La circolazione sulla linea Alta velocità riparte alle 8:25, fortissimi i ritardi. Controlli anche la cupola del Brunelleschi a Firenze: nessun danno

(Marco Gasperetti, Il Corriere della Sera, 09/12/19)

Una prima scossa di terremoto, premonitrice, nella notte (sono le 3.38) con epicentro tra Scarperia e San Piero, nel Mugello, città metropolitana di Firenze. La magnitudo non preoccupa: 2.4 della scala Richter, quasi inavvertibile. Ma è solo l’inizio. Un minuto dopo la terra trema ancora in modo lieve e inizia lo sciame sismico. I sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia iniziano a registrare in sequenza scosse di magnitudo 3.2 e 3.4 che iniziano a svegliare gli abitanti di Scarperia, il comune che ospita il circuito della Moto Gp. Poi il terremoto sembra placarsi, le scosse proseguono ogni minuto ma l’intensità si attenua. Sembra tutto finito e invece alle 4.37 ecco la scossa più intensa, magnitudo 4.5, che fa fuggire le persone in strada provoca crepe e danni a chiese e vecchi edifici e fa scattare l’allarme della protezione civile e delle Ferrovie che bloccano i collegamenti ferroviari dell’Alta Velocità.

Continua a leggere

 

Terremoto Toscana, la notte di paura del Mugello. Scuole chiuse, ripartiti i treni

La scossa delle 4,37 ha fatto riversare la gente in strada. Nei supermercati prodotti giù dagli scaffali. Centinaia di telefonate ai vigili del fuoco

(Luca Boldrini, La Nazione, 09/12/19)

Video Terremoto Mugello, il punto della Protezione civileVideo Terremoto, dai mobili cade di tuttoVideo Terremoto in Toscana, la gente in strada. "Un boato, poi tutti fuori" / VIDEOArticolo Terremoto in Mugello, gente in strada. "Sono terrorizzata, in casa non rientro"Articolo Terremoto in Toscana, paura nella notte. Scossa di 4.5, gente in strada. Ripartiti i treniVideo Terremoto Mugello, parla il sindaco di BarberinoArticolo Terremoto Toscana, la scossa sentita anche nella Valle del Serchio
Condividi Tweet Invia tramite email

Firenze, 9 dicembre 2019 - La notte del Mugello era cominciata con una lunga serie di piccole scosse di terremoto, ma quella delle 4,37 di magnitudo 4.5 (epicentro a Scarperia e San Piero, profondità 9 chilometri dopo che il dato iniziale di 4 km è stato rivisto dalla Ingv) ha buttato tutti giù dal letto nel raggio di molti chilometri: la scossa è stata sentita fino alla provincia di Lucca, passando praticamente per tutta la Firenze-Mare, e a nord fino a Bologna.

Trema l'Appennino e tremano i cittadini. Tutti fuori di casa a Scarperia e nei comuni del Mugello, ma anche a Prato e provincia, soprattutto sul versante appenninico dell'alta Valbisenzio, la gente è uscita di casa impaurita, sotto la pioggia.

Continua a leggere