Vous êtes ici : Accueil / Revue de presse / 26 marzo 2018 - Parlamento, accordo tra M5s e centrodestra: Roberto Fico alla Camera ed Elisabetta Alberti Casellati al Senato

26 marzo 2018 - Parlamento, accordo tra M5s e centrodestra: Roberto Fico alla Camera ed Elisabetta Alberti Casellati al Senato

Publié par Alison Carton-Vincent le 26/03/2018

 

Parlamento, accordo M5s-centrodestra: Fico eletto presidente della Camera, al Senato c'è CasellatiParlamento, accordo M5s-centrodestra: Fico eletto presidente della Camera, al Senato c'è Casellati

La svolta in mattinata, dopo un vertice a Palazzo Grazioli: via libera a Montecitorio per i grillini, ma tramonta la candidatura di Fraccaro scelto nella notte da Di Maio. E a Palazzo Madama si chiude sulla berlusconiana ex sottosegretaria. "Ma non è un patto per il governo". In aula l'asse regge, anche se a Fico mancheranno decine di voti rispetto al patto

(Andrea Gualtieri, La Repubblica, 24/03/18)

ROMA - È il giorno decisivo per la presidenza delle Camere. E alla fine si è concretizzata l'intesa tra Movimento 5 Stelle e centrodestra: a Montecitorio è stato eletto Roberto Fico, a Palazzo Madama è arrivata, pochi minuti dopo, la proclamazione della berlusconiana Maria Elisabetta Alberti Casellati, ex sottosegretaria alla Salute e poi alla Giustizia e già componente del Csm.

Dopo l'interlocutoria giornata in aula di ieri, le votazioni sono ripartite alle 10 e 30 ma i deputati di Forza Italia non hanno partecipato alla prima 'chiama' della quarta votazione di Montecitorio: una mossa tattica in attesa di verificare la tenuta dell'accordo al Senato. Alla seconda 'chiama', invece, si sono presentati e hanno votato Fico. E nel momento in cui è stato raggiunto il quorum (fissato a quota 311, maggioranza dei presenti) è scattato un applauso.

Continua a leggere

 

Roberto Fico è presidente della Camera, Maria Elisabetta Alberti Casellati presidente del Senato

I nuovi nomi emersi dopo i vertici della mattinata interni alla coalizione di centrodestra e del Movimento 5 stelle

(Paola Di Caro e Annalisa Grandi, Il Corriere della Sera, 24/03/18)

Roberto Fico è il nuovo presidente della Camera. Eletto presidente alla quarta votazione. Esulta Luigi Di Maio, applaudono i rappresentanti del Movimento 5 Stelle. Maria Elisabetta Alberti Casellati, esponente di Forza Italia, è stata invece eletta nuova presidente del Senato, alla terza votazione.

I nomi

Maria Elisabetta Alberta Casellati era il candidato per la presidenza del Senato indicato dal centrodestra dopo un drammatica notte di trattative che ha portato la coalizione a un passo dalla rottura. L’annuncio era arrivato dopo un vertice a palazzo Grazioli tra i leader, attraverso una nota in cui si chiedeva al M5S di trovare un candidato diverso da quello indicato ieri sera per la Camera, Fracaro. Richiesta accolta dai grillini riuniti a loro volta fin dal primo mattino e pronti a cambiare cavallo: sì alla Casellati, ed ecco tornare sulla scena Roberto Fico. Tutti rinunciano a qualcosa insomma per non far saltare in aria il centrodestra, ma escono come vincitori dalla battaglia Salvini e Di Maio, con Berlusconi che è costretto a rinunciare al suo braccio di ferro con il M5S: incassa il veto su Romani e non ottiene quel «riconoscimento politico» dell’incontro con il leader dei grillini.

Continua a leggere

 

L'asse M5S-Lega "salva" (per ora) il Pd

(Emilia Patta, Il Corriere della Sera, 24/03/18)

Il Pd non ha toccato palla, viva il Pd. Dopo il blitz targato Salvini-Di Maio che ha portato alla rapida elezione del pentastellato Roberto Fico alla presidenza della Camera e dell'azzurra Maria Elisabetta Casellati a quella del Senato a Largo del Nazareno si respira una curiosa aria di soddisfazione. Basta ascoltare il segretario "reggente" Maurizio Martina: «Il Partito democratico ha lavorato unito in Aula attorno ai suoi candidati Giachetti e Fedeli in coerenza con quello che abbiamo detto subito dopo il 4 marzo. Saremo forza di minoranza e ci prepariamo per essere l'alternativa alla destra e ai Cinque stelle nel Paese».

Continua a leggere

 

A Rome, accord in extremis entre la droite et les Cinq Etoiles pour pourvoir les présidences des deux assemblées

Une proche de Silvio Berlusconi présidera le Sénat italien, tandis que la Chambre des députés sera dirigée par un des pionniers du Mouvement 5 étoiles.

(Jérôme Gautheret, Le Monde, 24/03/18)

Ils ont finalement trouvé un accord. Après des jours de guerre des nerfs et de signaux contradictoires, ponctués d’éclats de voix et de menaces – vite oubliées – de rupture définitive, les deux grands vainqueurs du scrutin du 4 mars, la droite et le Mouvement 5 étoiles, sont parvenus à se répartir équitablement les postes de présidents de la Chambre des députés et du Sénat italiens, samedi 24 mars à la mi-journée. Maria Elisabetta Alberti Casellati, 71 ans, a donc été élue au poste de présidente du Sénat, avec 240 voix (sur 315). Quelques minutes plus tard, c’est Roberto Fico, 43 ans, qui recevait la présidence de la Chambre des députés, avec 422 voix (sur 630).

Continua a leggere

 

Italie : naissance d'un axe Mouvement 5 Etoiles-Ligue

(Olivier Tosseri, Les Echos, 25/03/18)

Les deux partis antisystème sortis vainqueurs des législatives du 4 mars ont imposé leurs candidats aux présidences du Parlement.

Une image vaut mieux qu'un long discours. La veille de l'élection des présidents du Parlement, une peinture murale était apparue à quelques mètres de l'Assemblée nationale représentant Luigi di Maio embrassant Matteo Salvini, à la manière du célèbre baiser entre Brejnev et Honnecker. Les leaders du Mouvement 5 Etoiles et de la Ligue ont fait la preuve de leur nouvelle centralité dans la vie politique du pays.

Continua a leggere