Vous êtes ici : Accueil / Revue de presse / 30 giugno 2020 - Mondragone, contestato Salvini: lancio d'acqua e comizio interrotto

30 giugno 2020 - Mondragone, contestato Salvini: lancio d'acqua e comizio interrotto

Publié par Alison Carton-Vincent le 30/06/2020

Scontri, tensioni e caos a Mondragone. Contestato Salvini, lancio d'acqua, interrotto il discorso. Lui: "Cittadini ostaggio di delinquenti"

La cittadina, scossa dal focolaio di Coronavirus tra la comunità bulgara, blindata da esercito e forze dell’ordine. Cariche e scontri, lanciata acqua all'ex ministro. Ieri confermati dalla Regione altri 23 contagi nella zona

(La Repubblica, 29/06/20)

Clima di fortissima tensione a Mondragone dopo l'arrivo di Matteo Salvini. I manifestanti presenti in zona hanno contestato il leader della Lega al grido di 'sciacallo', uno di loro gli ha lanciato contro dell'acqua ("Bene, ho anche caldo", ha replicato il leader leghista).

Mondragone, manifestanti assediano Salvini: lancio d'acqua e comizio sospeso

Le forze dell'ordine hanno cercato di allontanare i contestatori usando anche i manganelli. Un giovane è stato ferito alla testa.

Continua a leggere 

 

Mondragone, Salvini costretto a rinunciare al comizio. Le urla: «Sciacallo». Lui: «Tornerò»

Lanciata acqua contro l’ex ministro. Salvini:«Cittadini ostaggio dei delinquenti»

(Fulvio Bufi, Il Corriere della Sera, 29/06/20)

Paragonarlo a Luciano Lama è decisamente troppo, ma adesso anche Salvini ha il suo comizio negato, nemmeno iniziato, soffocato sotto una valanga di fischi, cori e canzoni a sfotterlo. La sua Sapienza (l’università romana da dove lo storico segretario della Cgil fu cacciato dagli autonomi l’1 febbraio del 1977) è una rotonda della statale Domiziana che incrocia via Razzino, la strada di Mondragone dove ci sono i palazzi ex Cirio abitati dalla comunità bulgara costretta in quarantena perché al suo interno è scoppiato un focolaio di Covid 19.

Continua a leggere 

 

Italie : Matteo Salvini pris à partie dans une commune de la région de Naples

(LEXPRESS.fr., 30/06/2020)

S'exprimant devant des tours d'immeubles, protégé par un cordon de policiers, le dirigeant a reçu de l'eau et des oeufs avant de repartir au bout d'une demi-heure.

Matteo Salvini, chef de la Ligue (extrême droite), a été vivement pris à partie lundi soir par des manifestants, dans une commune de la région de Naples où des tensions avaient opposé la semaine dernière la population à des travailleurs étrangers touchés par le coronavirus. 

Continua a leggere