Vous êtes ici : Accueil / Revue de presse / 26 novembre 2018 - È morto il regista Bernardo Bertolucci

26 novembre 2018 - È morto il regista Bernardo Bertolucci

Publié par Alison Carton-Vincent le 26/11/2018

È morto Bernardo Bertolucci, l'ultimo grande maestro del Novecento

Il regista aveva 77 anni. Ha attraversato la storia del cinema mondiale con capolavori come 'Novecento' e 'Ultimo tango'. 'L'ultimo imperatore' ha vinto nove Oscar, compreso miglior regia e sceneggiatura

(Irene Bignardi, La Repubblica, 26/11/18)

Se non fosse davvero esistito, il personaggio Bernardo Bertolucci – poeta, documentarista, regista, produttore, polemista, autore per eccellenza del cinema italiano, star del cinema internazionale - prima o poi, questo personaggio più grande che natura l’avrebbe inventato qualcuno, per raccontare, in maniera romanzesca ed esemplare, quello che ha attraversato il cinema nella seconda metà del secolo scorso, dallo sperimentalismo al cinema d’autore, dalla cinefilia alla grandeur, dai low budget alle megaproduzioni, dal provincialismo alla visione internazionale. Il regista di capolavori come Novecento, Ultimo tango a Parigi, Il té nel deserto, Piccolo Buddha e L'ultimo imperatore, il film da nove Oscar, è morto all'età di 77 anni dopo una lunga malattia nella sua casa di Trastevere a Roma. La camera ardente sarà allestita martedì 27 novembre, dalle ore 10 alle 19, in Campidoglio, Sala della Protomoteca.

Continua a leggere

 

Morto il regista Bernardo Bertolucci Generoso di suo e con il suo cinema

Aveva 77 anni. I suoi film hanno fatto la storia del cinema e, in alcuni casi, suscitato grandi polemiche. Nel 1987 vinse l’Oscar con «L’ultimo imperatore»

(Maurizio Porro, Il Corriere della Sera, 26/11/18)

E’ morto il regista Bernardo Bertolucci. Aveva 77 anni. Autore di numerosi film di grande successo, alcuni dei quali suscitarono grandi dibattiti e molte polemiche — uno su tutti: Ultimo tango a Parigi, ma anche Novecento che affrontava la storia d’Italia tra fascismo e comunismo —, era stato premiato nel 2007 con il Leone d’oro alla Carriera alla Mostra internazionale del cinema di Venezia. Analogo riconoscimento lo ricevette nel 2011 con la Palma d’Oro onoraria al Festival di Cannes. Nel 1988 vinse l’Oscar come miglior regista per L’ultimo imperatore, pellicola che gli valse una seconda statuetta per la migliore sceneggiatura non originale. Bertolucci era anche Grand’Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e Medaglia d’oro per i benemeriti della cultura e dell’arte.

***

Si sommano ricordi a ricordi, emozioni a emozioni. Il ricordo «vecchio» di Bertolucci è nel suo set mitico di Novecento, in un pranzo organizzato da Nico Naldini per festeggiare De Niro che aveva vinto (a distanza) l’Oscar. Bernardo gli consegnò un Oscar fittizio, legno cartapesta non ricordo, magari anche commestibile, che fu molto apprezzato. Erano tutti giovani e magri, perfino Depardieu, e Bernardo sprizzava energia, era il suo film, ed è rimasto tale, con la sua lunga gestazione e quel cast incredibile dove c’era anche la Bertini, tanto che si andò almeno tre volte sul set padano. Non sempre pronto a qualunque cosa, non tuttologo, ma all’inverso dedito specialmente alle cose di cui sapeva, Bertolucci era generoso di sé e del suo cinema. Ed anche generoso alle proposte un po’ curiose come quella che gli feci a fine 1997 di venire al Ciak, allora cinema, nell’uggia alla milanese, a festeggiare Ultimo tango a Parigi(la ricorrenza era un trucco per far cadere la coscienza del regista) con Giorgio Strehler che era appassionato di cinema.

Continua a leggere

 

Addio a Bernardo Bertolucci, morto a 77 anni l’ultimo maestro del cinema italiano

(La Stampa, 26/11/2018)

È morto a 77 anni Bernardo Bertolucci, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. Originario di Parma, era malato da tempo. Autore fra i più rappresentativi e conosciuti a livello internazionale, ha diretto film di enorme successo come Il conformista, Ultimo tango a Parigi, Il tè nel deserto, Novecento e L’ultimo imperatore, che gli valse l’Oscar al miglior regista e alla migliore sceneggiatura non originale. Nel 2007 gli fu conferito il Leone d’oro alla carriera alla 64ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e nel 2011 la Palma d’oro onoraria al 64º festival di Cannes. L’ultimo film diretto nel 2012, Io e te, tratto dal romanzo di Nicolò Ammaniti. 

Bertolucci si è spento a casa sua in via della Lungara, nel rione di Trastevere a Roma, a seguito di una crisi respiratoria. Secondo le prime informazioni, l’ultimo saluto dovrebbe avvenire in una cerimonia privata. Si sta comunque pensando a un omaggio in Campidoglio.

Continua a leggere