Vous êtes ici : Accueil / Revue de presse / 2 marzo - Eutanasia in Italia: il caso di DJ Fabo

2 marzo - Eutanasia in Italia: il caso di DJ Fabo

Publié par Alison Carton-Kozak le 21/05/2014
Créé le 02/03/2017, kjsp:335786, Page libre


camera_1488451758812-jpg

(Source : http://repubblica.it)



Biotestamento, la legge approderà alla Camera il 13 marzo
Il testo, invariato rispetto a quello già noto, verrà licenziato domani dalla commissione Affari sociali, non oggi, perché si attendono ancora i pareri della commissione Bilancio e Giustizia. La data ipotizzata era il 6 marzo. Accelerazione grazie al caso del Dj Fabo
(M. Rubino, A Anasasso, La Repubblica)
ROMA - La legge sul biotestamento approderà alla Camera il 13 marzo, una settimana dopo la prima data ipotizzata, cioè il il 6 marzo. La data è stata confermata dai capigruppo, dopo la riunione a Montecitorio. Un'accelerazione decisiva è stata data dal caso di Dj Fabo. Il testo, secondo quanto afferma la relatrice Donata Lenzi (Pd), rimasto invariato rispetto a quello già noto, non uscirà stasera dalla commissione Affari sociali ma domani perché si attendono ancora i pareri della commissione Bilancio e Giustizia.

Continua a leggere



Dj Fabo, la vergogna delle parole della politica

L'incredibile riferimento a Hitler di Mario Adinolfi, l'afflato poetico di Binetti, i distinguo di Gasparri. Così sulla vicenda dell'italiano morto in Svizzera i nostri rappresentanti istituzionali sono riusciti a dare il peggio

(L'Espresso, Wil Nonleggerlo)
A 8 anni dalla morte di Eluana Englaro, la capacità legislativa della nostra classe dirigente si è accartocciata ancora una volta contro il grido del reale, e le richieste di un cittadino italiano costretto a trascinarsi in un altro Paese pur di porre fine ad un “inferno di dolore” non più tollerabile. Casi diversi, Eluana e Dj Fabo, stessa indifferenza istituzionale. Almeno fino all'epilogo, il momento di strumentalizzare e provare ad incassare qualche punto di dividendo politico. Una pioggia di tweet – alcuni imbarazzanti – che giunge dopo un decennio di latitanza parlamentare sul tema del fine vita, e che abbiamo raccolto per voi.


Continua a leggere

Il testamento di dj Fabo: "La mia vita senza senso, porre fine a quest'agonia"

(Il Tempo)
Lo aveva annunciato già ieri, ed è stato di parola. Alle 14.45, puntuale, Marco Cappato si è presentato alla caserma dei Carabinieri di Milano Duomo, autodenunciandosi per la morte ieri in Svizzera di dj Fabo, il giovane reso cieco e paraplegico da un incidente stradale che ha scelto, accompagnato proprio da Cappato e con il sostegno dell'intera associazione "Luca Coscioni", la dolce morte in una clinica elvetica.
"Il mio obiettivo è portare lo Stato Italiano ad un'assunzione di responsabilità", ha attaccato Cappato. "Entrerò e racconterò semplicemente come ho fatto, come ho aiutato Fabo a ottenere l'assistenza medica per la morte volontaria", ha detto il tesoriere dell'associazione Coscioni circondato da telecamere e taccuini. "Sarà compito dello Stato - ha aggiunto Cappato che è stato salutato dall'applauso di una decina di militanti radicali - decidere se girare la testa dall'altra parte o consentirmi di difendere le mie ragioni nell'aula di un tribunale".Il testamento di dj Fabo: "La mia vita senza senso, porre fine a quest'agonia"


Continua a leggere

Pour citer cette ressource :

"2 marzo - Eutanasia in Italia: il caso di DJ Fabo", La Clé des Langues [en ligne], Lyon, ENS de LYON/DGESCO (ISSN 2107-7029), mai 2014. Consulté le 26/10/2020. URL: http://cle.ens-lyon.fr/italien/revue-de-presse/2-marzo-eutanasia-in-italia-il-caso-di-dj-fabo