Vous êtes ici : Accueil / Revue de presse / 12 novembre 2018 - Casalino, polemiche sul video con frasi su down e anziani

12 novembre 2018 - Casalino, polemiche sul video con frasi su down e anziani

Publié par Alison Carton-Vincent le 12/11/2018

Casalino: «Bufale sul video dei down. Recitavo». «No, era un corso di giornalismo»

In un vecchio filmato ripreso dal sito Dagospia il portavoce del premier esprime giudizi discutibili su down e anziani. Lui: «Voglio screditarmi, stavo recitando». Il giornalista ripreso con lui nel video: «No, era un corso di giornalismo non recitazione»

(La Repubblica, 08/11/18)

Rispunta un vecchio filmato di «ArcadeTv7», ripreso da Dagospia, di Rocco Casalino, portavoce del premier Giuseppe Conte, che esprimeva giudizi più che discutibili: «Da bambino, da sempre, i vecchi mi fanno schifo. E tutti i ragazzi Down mi danno fastidio». E a chi gli contestava la parola «schifo», spiegava: «È come a te fa schifo il ragno, a me è così. Mi danno proprio fastidio. Mi dà imbarazzo. Non mi va di stare dietro ai vecchietti, ai bambini, ai Down».

Continua a leggere

 

Casalino e le frasi su “down e vecchi”: «Io discriminato, non intollerante»

Il portavoce del premier Conte, finito per l’ennesima volta nell’occhio del ciclone: «Frasi vergognose, non le penso: era una recita. Da Renzi una strumentalizzazione horror».

(Emanuele Buzzi, Il Corriere della Sera, 09/11/18)

Si difende Rocco Casalino, il portavoce del premier Giuseppe Conte, dopo l’ennesimo caso in cui si trova al centro delle polemiche per le sue parole su «down e vecchi». 

Tra audio pirata e vecchi video non le sembra aver messo la presidenza del Consiglio in situazioni imbarazzanti? 

«Credo di svolgere il mio ruolo con la massima competenza e professionalità. L’unico modo vergognoso che hanno per attaccarmi è con degli audio rubati o con un video di 15 anni fa in cui recito chiaramente un personaggio».

Continua a leggere

 

Casalino si scusa per le parole sui down: «Era una simulazione, ora mi urta rivedermi nel video»

Il portavoce di Palazzo Chigi ospite in tv da Fazio. «Sono stato in Germania dove ci chiamavano Mangiaspaghetti, sono omosessuale e ho subito discriminazioni»

(Il Corriere della Sera, 11/11/18)

«Non ho mai visto quel video, ora mi urta vedermi dire quelle cose. E penso abbia urtato molte altre persone. Non ho nessun problema a chiedere scusa». Così il portavoce di Palazzo Chigi, Rocco Casalino, a Che Tempo Che Fa, torna sul video che lo ha visto al centro di fortissime polemiche per le parole utilizzate nei confronti dei down e dei vecchi. «Sono omosessuale, figlio di emigrati in Germania», ha aggiunto sottolineando di aver «vissuto sulla mia pelle la violenza, la discriminazione e il bullismo. La mia storia parla per me ... quelle parole non fanno parte della mia natura». Ribadendo che quel video «è un pugno nello stomaco anche se era una simulazione o un personaggio interpretato (fatto per provocare gli studenti)», Casalino ha tenuto a precisare che «oggi ho chiamato il presidente dell’Associazione down spiegandogli che era una simulazione, chiedendogli scusa per dire che sono sempre a loro disposizione».

Continua a leggere