Vous êtes ici : Accueil / Littérature / Bibliothèque / AAVV, a cura di Telefono Rosa, "Le italiane"

AAVV, a cura di Telefono Rosa, "Le italiane"

Par Maurizia Morini : Lectrice d'italien MAE et historienne - ENS de Lyon
Publié par Damien Prévost le 08/04/2011
Nazionale Volontarie Telefono Rosa - Onlus è nata nel 1988 come strumento temporaneo per far emergere attraverso la voce diretta delle donne la violenza sommersa. Oggi l'Associazione è una rete di associazioni territoriali e fornisce un servizio di ascolto, una consulenza specialistica e una competenza specifica nella gestione di progetti; le consulenze sono gratuite. Dal 2004 il Telefono Rosa gestisce la Casa Internazionale dei Diritti Umani delle donne. Con la pubblicazione di questo libro, l'Associazione partecipa alle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia; assegnando a diverse autrici la realizzazioni di biografie di donne italiane, testimoni eccellenti nei campi della politica, della cultura, della scienza, dell' economia e dello sport.

bandeau fiche lecture.jpg 

Pubblicazione patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità.

 

 
Dal Risorgimento ai nostri giorni, centocinquanta anni di storia nazionale raccontati attraverso le biografie delle protagoniste della politica, della cultura, della scienza, dell'economia e dello sport. (I di copertina)
[page;/html/cle/facebook/piace.html] L'Associazione Nazionale Volontarie Telefono Rosa - Onlus è nata nel 1988 come strumento temporaneo per far emergere attraverso la voce diretta delle donne la violenza sommersa. Oggi l'Associazione è una rete di associazioni territoriali e fornisce un servizio di ascolto, una consulenza specialistica e una competenza specifica nella gestione di progetti; le consulenze sono gratuite.

Dal 2004 il Telefono Rosa gestisce la Casa Internazionale dei Diritti Umani delle donne.

Con la pubblicazione di questo libro, l'Associazione partecipa alle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia; assegnando a diverse autrici la realizzazioni di biografie di donne italiane, testimoni eccellenti nei campi della politica, della cultura, della scienza, dell' economia e dello sport.

Si parte con Cristina Trivulzio di Belgiojoso (1808-1871), donna libera, giornalista,  filantropa, viaggiatrice e fautrice del progresso e dell'unità nazionale; per proseguire con Santa Francesca Saverio Cabrini, religiosa e missionaria che raggiunge nel 1889 gli Stati Uniti per assistere gli immigrati italiani; costruisce asili, scuole, convitti per studentesse, case di riposo.

Contessa Lara, uccisa a 47 anni dall'amante mantenuto, fu poetessa, giornalista e scrittrice.

Matilde Serao, giornalista e scrittrice  di sé disse:

Lavorare e amare, questo è il mio ideale; Non è necessario di vivere, amica, è necessario di essere liberi. E il viaggio contiene la illusione sublime della libertà; Il viaggio è stato il secondo dei due soli piaceri della mia anima, mentre il primo è stato il lavoro dell'arte.

Teresa Filangieri Ravaschieri Fieschi,  fa volontariato, fonda asili e a Napoli il primo ospedale chirurgico per bambini in Italia.

Grazia Deledda, Premio Nobel per la Letteratura nel 1927.

Maria Montessori, intelligenza brillante, volontà di ferro, medico, si è occupata di psichiatria, scienzata cosmopolita che si muoveva fra Parigi e Londra agli inizi del novecento. Ideatrice di una rivoluzione didattica in cui al centro del processo educativo non vi è l'educatore ma il bambino, il giovane; osteggiata dal fascismo lascerà l'Italia per la Spagna, Londra e infine l'Olanda, dove morirà nel 1952.

Luisa Spagnoli, imprenditrice nel settore dolciario (ha creato i famosi Baci Perugina) e poi nel tessile / abbigliamento.

Tina Anselmi, ha aderito alla Resistenza partigiana ed è stata, fra l'altro, dal 1981 al 1984 Presidente della Commissione inquirente parlamentare, istituita per indagare sulla loggia massonica P2 di Licio Gelli.

Palma Bucarelli (1910-1988 ), ispettrice di beni artistici dello Stato alla Galleria Borghese di Roma, amica di pittori, esperta di arte ha salvato, durante il II° conflitto bellico, oltre duecento opere ed è stata insignita di numerose onorificenze.

Nilde Iotti, nata nel 1920, protagonista della vita politica italiana, ha partecipato all' attività dei Gruppi di difesa della Donna, nelle file della Resistenza antifascista; a lungo osteggiata come compagna di Palmiro Togliatti viene eletta nel 1979 Presidente della Camera dei Deputati.

Infine, due capitoli collettanei dedicati alle più note attrici italiane e alle donne che parteciparono alla nascita della Costituzione italiana, entrata in vigore il 1 gennaio 1948.

 

Pour citer cette ressource :

Maurizia Morini, "AAVV, a cura di Telefono Rosa, "Le italiane"", La Clé des Langues [en ligne], Lyon, ENS de LYON/DGESCO (ISSN 2107-7029), avril 2011. Consulté le 20/10/2018. URL: http://cle.ens-lyon.fr/italien/litterature/bibliotheque/aavv-a-cura-di-telefono-rosa-le-italiane-